LOVE YOU FOREVER

250px-ingmar_bergman.jpg

Strawberry Fields
[John Lennon/Paul McCartney]

Let me take you down, ‘cos I’m going to Strawberry Fields
Nothing is real, and nothing to get hungabout
Strawberry Fields forever

Living is easy with eyes closed, misunderstanding all you see
It’s getting hard to be someone but it all works out, it doesn’t matter much to me
Let me take you down, ‘cos I’m going to Strawberry Fields
Nothing is real, and nothing to get hungabout
Strawberry Fields forever

No one I think is in my tree, I mean it must be high or low
That is you can’t you know tune in but it’s all right, that is I think it’s not too bad

Let me take you down, ‘cos I’m going to Strawberry Fields
Nothing is real, and nothing to get hungabout
Strawberry Fields forever

Always, no sometimes, think it’s me, but you know I know when it’s a dream
I think I know I mean a “Yes” but it’s all wrong, that is I think I disagree

Let me take you down, ‘cos I’m going to Strawberry Fields
Nothing is real, and nothing to get hungabout
Strawberry Fields forever
Strawberry Fields forever
Strawberry Fields forever

serrault.jpg

michael.jpg

lacage.gif

Annunci

HAPPY BIRTHDAY MR JAGGER!

mick-jagger.jpgmick-jagger.jpgmick-jagger.jpg

RUBINO di MARTE

e LEI non spiega mai da dove – LEI viene
ieri non pesa, ieri non è più [quando
è luce chiara è fondo di tenebra]

non è dato sapere: LEI muove – arriva
o scompare [non è dato sapere: muove]
è il Rubino di Marte e mi congedo

tu non hai chiusa in un nome: non si chiama
chi cambia ogni giorno e ogni volta
manchi ancora e ancora mi manchi

è il Rubino di Marte e ti congelo

ma non chiedere LEI che vuole essere –
libera: l’unico lampo «via alla vita»
[ti risponde] LEI non si può contenere

in catene – in questo mondo [non vinci
non perdi] il prezzo è oltre: al di là da…

tieni il tempo o è tempo perduto
e l’ho sentita dire: STRINGI I SOGNI
prima che ti secchino: si va a morire
piano pianissimo piano, tardo, lento

perdi il Sogno perdi il Senso

[feroce la vita – o mi sbaglio?]

Chiara Daino [ da Sàrxophone, Ruby Tuesday, Rolling Stones]

Sir Laurence Olivier

081.jpg

Without Acting I Cannot Breathe
Sir Laurence Olivier [22 maggio1907,11 luglio 1989]

http://chiaralibre.blogspot.com/2007/07/larry-bibs-wuthering-heights.html

http://lucasalvatore.blogspot.com/2007/07/sir-laurence-olivier-in-memory-of.html

 

URBANA – MENTE

blutero.jpg

Urbana-mente. Anke Armandi, Enrico Ingenito, Leonard Sherifi
A cura di Alessandra Gagliano Candela
Galleria Anna Osemont, Via Colombo 13-15, Albissola Marina (Savona), tel. 019-486470; cell.349-0572455 fax 019-482697; e-mail:galleriaosemont@yahoo.it
Dal 30 giugno al 4 agosto 2007, da martedì a domenica dalle 16.30 alle 19.30, oppure su appuntamento

Tre artisti lavorano sull’immaginario urbano: Anke Armandi, Enrico Ingenito, Leonard Sherifi catturano momenti della vita contemporanea e li ripropongono nelle loro opere attraverso interventi che inducono a fermarsi, a riflettere, a considerare la città e la vita quotidiana da un altro punto di vista. Urbana-mente introduce in una dimensione diversa, nella quale il paesaggio urbano, rivisitato attraverso il filtro della pittura, si propone al confine di una realtà che non consente pause.
Anke Armandi dipinge visioni di trasognata modernità, nelle quali l’immagine appare nella sua essenzialità ed il colore emerge espressivo a denotare le figure. I suoi quadri introducono scenari di lucida sospensione, nei quali lo spazio è dilatato come in una ripresa cinematografica, negli acquerelli pochi tratti disegnano una situazione.
Enrico Ingenito gioca sul fermo-immagine, dipinge scene di una città in movimento, bloccata in un istante come attraverso un vetro. Volti dietro ai quali si affaccia una scritta luminosa, palazzi che si innalzano su strade segnate dai semafori, presenze evanescenti ottenute con una operazione di rigoroso “effacement”, sottraendo il colore in eccesso, che conferisce all’immagine un senso di desolazione straniante.
Leonard Sherifi inquadra vedute della città caotica, piena di traffico, affollata di autobus e di insegne, brulicante di colori e di stimoli, ripresa nella sua incessante attività attraverso pennellate corpose, dai colori vibranti che colano sulla tela. Immagini in presa diretta sulle quali si inserisce il ricordo e lo spazio si restringe o si dilata, riproducendo situazioni che ognuno vive, trasmesse attraverso l’energia del colore.
Armandi, Ingenito e Sherifi attraversano una città che è figura della vita contemporanea, cogliendo momenti che conservano l’aspetto dello scatto fotografico, dell’inquadratura della telecamera, ma che obbligano ad una diversa percezione.
Urbana-mente si propone come un’occasione di riflessione su un tema che ha in sé più temi, la città e le sue ombre, la modernità e i suoi fantasmi, attraverso le opere di tre artisti della più recente generazione, che utilizzano la pittura come medium privilegiato e ne fanno un’occasione per interrogare il loro tempo.
La mostra rimarrà aperta fino al 4 agosto, da martedì a domenica dalle 16.30 alle 19.30, oppure su
appuntamento.
Galleria Anna Osemont, Via Colombo 13-15, Albissola Marina (Savona), tel.019-486470; cell. 3490572455 fax 019-482697; e-mail:galleriaosemont@yahoo.it

Anke Armandi
E’ nata a Giessen (Germania) nel 1973. Ha compiuto studi artistici all`Università di Lipsia e di Pittura e Grafica all’ Accademia di Belle Arti di Vienna. Nel 2001 ha ricevuto il Premio “Goldene Fügerpreismedaille”-Vienna e nel 2003 il Premio “Theodor-Körner-Fonds”- Vienna
Ha incominciato ad esporre nel 2001 alla mostra “Junge Malerei, weiblich”, Galerie Altnöder, Salisburgo . Tra le numerose mostre alle quali ha partecipato, occorre ricordare : nel 2002 Kunstmagazin Hell, con Nina Byalonczyk, Bruck an der Mur/Austria(personale); “Lithographie Berlin-Wien-Paris”, Kleine Galerie, Vienna. Nel 2003 Galerie-Artothek “Alte Schmiede”, Vienna (personale). Nel 2004 Galerie Gans, Vienna (personale). Nel 2005 Galerie Gans, Vienna. Nel 2006 “INTERSPAZI”, Forum austriaco di cultura, Roma, con Tillman Kaiser e Martin Pohl;
Nel 2007 “Künstler auf Landpartie 2”, Galerie AREA 53, Vienna: Kunstart, Fiera Bolzano; Galerie Gans, Vienna; “Urbana-mente”, Galleria d’Arte Anna Osemont, Albissola Marina (Savona)
Vive e lavora a Vienna.

Enrico Ingenito è nato a Genova nel 1978. Si è laureato in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Bologna e sta terminando il Biennio di Specializzazione in Arti Visive e Discipline dello Spettacolo all’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova.Ha partecipato a numerose iniziative sperimentali come la realizzazione del video “Postcaos” nell’ambito di “Corpo fisico, corpo memoria, corpo spirituale” in collaborazione con l’associazione culturale “Corpi in danza”.
E’ stato selezionato nel 2005 quale finalista nel “Premio Nazionale delle Arti” per la sezione pittura ed ha esposto a Roma alla mostra relativa. Tra le esposizioni alle quali ha partecipato: nel 2006 Collettiva di giovani artisti la Galleria De Marchi, Bologna; nel 2007 “Urbana-mente”, Galleria Anna Osemont, Albissola Marina (Savona) .Vive e lavora a Genova.

Leonard Sherifi è nato a Berati (Albania) nel 1984.
Si è laureato in Pittura all’Accademia Ligustica di Belle Arti, dove sta frequentando il Biennio di Specializzazione in Arti Visive e Discipline dello Spettacolo.
Tra le numerose mostre alle quali ha partecipato dal 2004, occorre segnalare: nel 2006 “Salon Européen des Jeunes Créateurs” , Montrouge (Francia), Klaipeda (Lituania), Salzburg (Austria) ed alcune città europee, con tappa finale a Genova, Palazzo Ducale; Galleria Arte Studio,Genova; “Accademiografia” , Loggia di Banchi, Genova; Cross Over Art Luce e Tempo, Palazzina S. Desiderio Porto Antico, Genova.
Nel 2007 “Le Accademie per Beato Angelico” Galleria La Pigna, Roma , “CONTAINER ART” Genova; “Urbana-mente”, Galleria Anna Osemont, Albissola Marina (Savona)
Vive e lavora a Genova

***

Grazie a Leonard per la comunicazione [si stampa un sorriso nel ricordo]

BLUTERO

Itterica pasta è
Mista di luce si
traduce con foglia
la sposa di volta in
volto – con le stille

Si carica a bile
gialla più verde:
l’abile Blutero

Nel vero, cemento
il passare divino di
un memento rosso

esangue dopo il dono
lo-stile nel filo che non
si perde, si tuona sopra
la corda

esprime e spreme è il
Seme:

es: punto

*
di blUtero

Chiara Daino per Leonard Sherifi, ContainerArt, Genova 2007 [in foto: l’opera-Musa]

L come LEMMING

 lemming.jpglemming.jpglemming.jpglemming.jpglemming.jpglemming.jpglemming.jpg  

 

Il lemma che definisce la Letteratura italiana Contemporanea? Lemming. Un topo dopo l’altro [ma quale gatto volete mangiare? Siamo oggettivi…] pronti a suicidarsi in massa – pur di non ammettere. A chi? A se stessi: la differenza. Artista non è Artigiano. Nozionismo non è Cultura. Nepotismo non è Carisma. E ancora: quale distinguo? CHI si distingue? Bla-blaterare di umiltà e democrazia artistica per poi? Paupulare col fiato corto? In-catenare in terzine la partita dove la palla rimbalza tra il proprio specchio e il proprio salotto? Diamo una spinta: giù dal Parnaso! Diamo i numeri: due calci e Due Calzini.

  

E sia LIVELLA.

Chiara Daino

GENOVA FILM FESTIVAL [Programma]

da
http://www.genovafilmfestival.it/(55ya1m555uqv51yjvqfxgovd)/index.aspx?sectionid=0.1.4

Ripartirà il prossimo 2 luglio e durerà fino all’8 luglio la decima edizione del GENOVA FILM FESTIVAL, il più importante evento culturale cinematografico ligure diventato nel corso degli anni un appuntamento imperdibile per gli amanti del cinema. L’edizione 2007 si presenta con un cartellone particolarmente ricco per festeggiare nel migliore dei modi l’importante traguardo dei dieci anni di attività.
Il GENOVA FILM FESTIVAL, organizzato dall’Associazione Culturale Daunbailò e diretto da Cristiano Palozzi e Antonella Sica nel corso degli anni è diventato uno dei riferimenti più apprezzati a livello nazionale per gli appassionati di cinema e addetti ai lavori di tutta Italia. I punti di forza del Festival sono la capacità di promuovere, stimolare, sostenere la produzione nazionale di giovani o nuovi autori; e le proposte di rassegne, approfondimenti, incontri, seminari, workshop e presentazioni.
Tante le sezioni che compongono la manifestazione, tra cui riscuotono grande successo e interesse quelle competitive.
Cuore della manifestazione e importante osservatorio sulle nuove tendenze del Cinema Italiano, il Concorso Nazionale per Cortometraggi e Documentari proporrà una selezione della migliore produzione nazionale di cinema breve. 24 i film scelti fra oltre 500 aspiranti che si contenderanno un palmares di tutto riguardo.
Attenzione particolare anche per le migliori opere liguri, cui è dedicata la sezione competitiva Obiettivo Liguria. I film saranno proiettati durante il Festival e sottoposti ad una giuria composta dall’attore Giuseppe Battiston, dal regista Francesco Falaschi, dall’attrice Alba Rohrwacher, dal critico e direttore del Bergamo Film Meeting Angelo Signorelli e dal critico e presidente dell’AIACE Gianni Volpi.
Spazio anche agli autori liguri nella sezione competitiva Obiettivo Liguria, vero e proprio vivaio di talenti locali, la cui giuria sarà composta dalla giornalista Luciana Del Giudice, dal presidente di AGIS Liguria Alessandro Giacobbe e dal regista e scenografo Mario Robaudo. Durante tutta la settimana del Festival sarà possibile vedere i film selezionati e la sera di Sabato 7 Luglio si svolgerà la cerimonia di premiazione dei concorsi.
Tra gli appuntamenti da non perdere la retrospettiva dedicata al cinema di Silvio Soldini, in attesa che il suo ultimo film, Giorni e Nuvole, girato interamente a Genova, esca nelle sale. La retrospettiva proporrà, oltre ai lungometraggi, da L’aria serena dell’ovest a Agata e la tempesta, la sua produzione, meno nota al grande pubblico, dei cortometraggi e documentari. La sera di Venerdì 6 Luglio alle ore 20:30, Silvio Soldini incontrerà il pubblico del Festival per parlare del suo cinema in compagnia dell’attore Giuseppe Battiston e del documentarista Giorgio Garini.
Non mancherà il consueto appuntamento che rende omaggio a Vittorio Gassman. Il Genova Film Festival sta lavorando ad un progetto articolato per l’Omaggio a Vittorio Gassman e Dino Risi, che prevede la retrospettiva completa dei film girati insieme, la produzione di un documentario ed una pubblicazione. Il Festival presenterà il progetto e inaugurerà Lunedì 2 Luglio alle ore 21 con la proiezione di Profumo di donna, presentato dal grande Claudio G. Fava.
La sezione Ingrandimenti, curata da Oreste De Fornari, è un’occasione per riscoprire film e protagonisti del cinema italiano di tutti i tempi. L’appuntamento con De Fornari è per la sera di Martedì 3 Luglio.
Molto atteso l’incontro con il regista e attore Marcello Cesena, da alcuni anni presenza cult nelle trasmissioni della Gialappa’s dove propone i suoi irresistibili e surreali personaggi fra cui il Baronetto Jean Claude, romantico eroe alternativo della fiction Sensualità a Corte. Marcello Cesena incontrerà il pubblico Venerdì 6 Luglio alle ore 17:30 per raccontare genesi e realizzazione dei suoi mini-format televisivi, partendo proprio da Sensualità a corte, di cui sarà proposta interamente l’ultima serie.
Oltre il Confine, finestra aperta sulla produzione di altri Paesi del mondo, si occuperà della cinematografia delle Isole Canarie. La retrospettiva proporrà una selezione di cortometraggi e lungometraggi realizzati negli ultimi venti anni, attraversati, nel complesso, da uno spirito irriverente e da una sorprendente ricerca narrativa e formale. Fra i corti citiamo Ruleta di Roberto Santiago, nominato alla Palma D’oro per il Miglior cortometraggio al Festival di Cannes nel 1999 e Esposados di Juan Carlos Fresnadillo, nominato al premio Oscar nel 1997. Fra i lungometraggi verrà proposto Guarapo (1987) di Teodoro e Santiago Ríos che segna, con il suo felice debutto al Festival di San Sebastian dello stesso anno, la nascita vera e propria della cinematografia canaria e Mararía (1998) di Antonio José Betancor, uno dei padri del cinema delle Canarie. Molti i registi ospiti che incontreranno il pubblico per presentare i loro film.
Il regista grossetano Francesco Falaschi, protagonista della sezione Percorsi di stile, incontrerà il pubblico la sera di Giovedì 5 Luglio per parlare di cinema e raccontare fortune e vicissitudini di un esordiente. Di Falaschi verrà presentata tutta la produzione dei cortometraggi e i due lungometraggi, Emma sono io (2001) finalista al David di Donatello, al Ciak d’oro e ai Nastri d’Argento per il migliore regista esordiente nel 2003, e Last Minute Marocco con Valerio Mastandrea, Maria Grazia Cucinotta e Nicolas Vaporidis, recentemente distribuito nelle sale.
Quest’anno lo spazio dedicato alla formazione raddoppia e oltre agli incontri previsti, torna, dopo il grande successo dell’edizione del 2004, “Stop by. Shoot film” un workshop Kodak gratuito per imparare ad usare la cinepresa con la supervisione di due importanti professionisti come Mario Amura, direttore della fotografia dell’ultimo film di Saverio Costanzo In memoria di me e l’americano Joe D’Alessandro direttore della fotografia in diverse produzioni americane.
E ancora anteprime, incontri con gli autori, editoria cinematografica e Genova per noi, spazio dedicato ai liguri nel cinema e alla Liguria come set.

organizzazione:
Ass. Cult. DAUNBAILÒ
Via C.A.Tavella 10R – 16136 – Genova – Italy
tel.: +39 010 2725915
e-mail:contact@daunbailo.org
press@genovafilmfestival.it

URL: http://www.genovafilmfestival.it, http://www.daunbailo.org